Crea sito

Archive for febbraio 18, 2012

SHAKIRA MORSA A CITTA’ DEL CAPO

Shakira attaccata da un leone marino

Shakira attaccata da un leone marino
http://www.agi.it/

Festival di Sanremo: SCANDALO, Emma Marrone ha già vinto!

C’è una notizia clamorosa che sta circolando nelle principali agenzie di stampa e sta facendo il giro del mondo. Il Festival di Sanremo 2012 avrebbe già un vincitore, anzi una vincitrice il cui nome è Emma Marrone.
Reduce dalla serata in cui si è esibita in duetto con Alessandra Amoroso sulle note della sua Non è l’inferno – oggi al numero tre della classifica dei singoli più scaricati su iTunes – tra critiche positive e non Emma Marrone è ormai uno dei capisaldi della musica italiana, capace di vendere dischi e conquistare folle di fan che anche in questa occasione non hanno dimenticato di sostenerla. Oggi la vincitrice della nona edizione di Amici di Maria De Filippi ha rilasciato un’intervista ai quotidiani Il Giornale e il Corriere della Sera nella quale mette bene in chiaro alcune cose. Dopo aver dichiarato qualche tempo fa di volere un figlio (con il compagno ballerino Stefano De Martino) Emma ha detto: “Io favorita? È la stessa tiritera dello scorso anno. Con mia grande gioia ha vinto Vecchioni. Però quest’anno lui non c’è…”. Mentirebbe ovviamente se dicesse di non essere contenta per l’eventuale vittoria: “Sarei poco sincera. Ma non sono qui per questo. Il mio obiettivo sono le persone che mi seguono, quindi non vedo l’ora di mettere su un bel tour per raggiungerli in tutta Italia e ringraziarli di tutto“.
Uno scandalo su cui dovranno indigare le autorità, si parla infatti di voti comprati e di ricatti. Una vicenda pietosa che allontana ancora di più i giovani dal festival della canzone italiana.

 

http://www.newsalfemminile.it/

Lo ha scritto su Facebook e poi si è impiccato

Aveva annunciato il suo suicidio sul proprio profilo facebook: «Addio mondo di merda. Fate come me levatevi dal cazzo» ha scritto ieri sera a mezzanotte. Alle sei e trenta di stamani, i suoi genitori, entrati nella stanza per svegliarlo, hanno trovato il suo corpo privo di vita. Così è morto, nell’abitazione dove viveva con la famiglia a Firenze, un ragazzo di 20 anni, studente di un istituto superiore del capoluogo toscano. Secondo quanto emerso, si sarebbe tolto la vita usando una sciarpa che ha appeso a un’anta dell’armadio. Originario dell’est Europa, era stato adottato alcuni anni fa. Nei giorni scorsi, si era lamentato sul suo profilo facebook della monotonia della vita che «fa schifo», e dell’inutilità di «studiare tanti anni» senza «essere sicuri di trovare lavoro».

 

http://www.newsalfemminile.it/

10 miti “idioti” sul sesso

16 FEBBRAIO 2012

Il sesso è terreno di molti miti: nonostante l’importanza che ha nella vita, sono molte le cose che non si sanno. E ci sono molte cose che in molti credono di sapere, ma sono fondamentalmente sbagliate. Ecco una carrellata dei 10 “miti” più diffusi sul sesso, cose che nonostante siano in molti a credere, qualche sessuologo è arrivato a bollarli esplicitamente come “idiozie”.

sesso-pallottola_thumb[5]

  1. Il sesso piace più agli uomini che alle donne. Per quanto uomini e donne abbiano un approccio leggermente diverso al sesso, non è vero che alle donne non piaccia. Se siete uomini, e avete quest’idea, prendete in considerazione l’ipotesi che alle donne non piaccia il sesso con voi, più che il sesso in generale.
  2. La masturbazione causa cecità. Non è vero, anche se esistono rarissimi casi di perdita di vista legata all’attività sessuale.
  3. Si può rimanere incinte baciandosi. Incredibilmente, ci sarebbero diversi adulti che credono che si possa causare una gravidanza attraverso un bacio, sintomo di una elevata confusione su come avviene la riproduzione.
  4. La lunghezza media del pene è di 20 centimetri. In realtà la lunghezza media del pene è di circa 14 centimetri (con una deviazione standard di 2cm).
  5. Si può giudicare la dimensione del pene di un uomo dalle dimensioni del piede. Non esiste alcuna significativa correlazione in questo senso (ma vedete anche il punto successivo).
  6. La dimensione del pene è inversamente correlata all’altezza. In realtà è l’esatto contrario, in genere la dimensione dell’organo genitale maschile è proporzionale all’altezza. L’effetto è prevalentemente “ottico” dato che un pene di 13 cm su un uomo di 155 cm di altezza può sembrare più grande di un pene di 15 cm su un uomo di 190 cm (in questo senso, c’è a volte una tendenza dei produttori di film porno ad usare spesso attori ed attrici non particolarmente alti, anche per aiutare a far risaltare gli organi maschili)
  7. Gli M&M’s verdi sono afrodisiaci. Non sappiamo dire perché alcuni (specie negli USA) siano convinti dell’effetto erotico di queste particolari caramelle. Inutile dire che non è documentato in alcun modo.
  8. Ci sono alcune bibite che prevengono la gravidanza. È diffusa negli USA la convinzione che alcune bibite analcoliche (come la Mountain Dew) avrebbero effetti anticoncezionali. Anche in questo caso, ci viene difficile capire quale dovrebbe essere la logica alla base di questo effetto.
  9. Gli uomini tendono ad avere un numero di partner più elevato delle donne. Non è vero che gli uomini in media hanno un numero di partner maggiori delle donne: piuttosto, gli uomini tendono a sovrastimare il conteggio, e le donne a sottostimarlo. Del resto, anche la matematica implica che il numero medio di partner non può che essere identico tra uomini e donne.
  10. Se la donna raggiunge l’orgasmo, è più probabile che rimanga incinta. L’unica motivazione che possiamo concedere è che se la donna non si diverte, tenderà a fare sesso meno spesso, cosa che effettivamente potrebbe ridurre la probabilità di una gravidanza.

http://notizie.delmondo.info/

Patito di Star Trek, rischia di perdere il lavoro di una vita

18 FEBBRAIO 2012

Tony Alleyne è un vero fan di Star Trek, tanto da avere ristrutturato l’appartamento in cui viveva, a Hinckley, in Inghilterra, per trasformarlo in una copia quasi esatta dell’Enterprise del Capitano Picard.

sta3_thumb

Adesso però il suo sogno sta per infrangersi, perché potrebbe essere costretto a smantellare completamente la sua creazione. Infatti l’ex-moglie, che è proprietaria dell’appartamento, vuole venderlo come una casa “normale”.

L’uomo aveva rinunciato a vendere l’appartamento subito dopo la sua particolare ristrutturazione, ma questo gli ha anche impedito di recuperare l’importante spesa sostenuta (per ricostruire l’ambiente altrove, servirebbero almeno 100 mila sterline), e a dover lasciare la proprietà dell’appartamento alla ex moglie, che è stata quella che ha sempre pagato il mutuo.

Alleyne, ex dj, commenta: “Dire che sono abbattuto è dire poco. È il lavoro di una vita, e adesso sembra che debba andare tutto in fumo. Ammetto di avere pianto”.

http://notizie.delmondo.info/

Sorpresi a fare sesso in bagno sospesi due studenti vicentini

Li ha scoperti un compagno di classe nella toilette dei maschi. Un giorno a lui, quattro a lei. «Pena diversa per il diverso percorso scolastico dei due ragazzi»

Studenti all'uscita di scuola (archivio)Studenti all’uscita di scuola (archivio)

 

BASSANO DEL GRAPPA (Vicenza) – Un ragazzo e una ragazza di 15 anni sono stati sospesi da scuola dopo essere stati scoperti a fare sesso in un bagno del loro istituto, l’«Einaudi» di Bassano del Grappa, una scuola per ragionieri. Se li è trovati davanti un compagno di classe, aprendo la porta della toilette dei maschi. I due teenager erano in un atteggiamento che non poteva lasciare dubbi. Il coetaneo ha fatto un rapido dietro-front, è tornato in aula e – riferisce il Giornale di Vicenza – si è lasciato scappare un «qualcuno in bagno si sta divertendo…» che in breve ha fatto il giro dell’istituto, rimbalzando poi sui social network.

La cosa alla fine è arrivata fino all’ufficio del preside. La scuola ha scelto una punizione soft, più pesante però per la ragazzina: 4 giorni di sospensione per lei, uno solo per il suo partner. Sembra che l’aggravante per la ragazza sia stata dovuta al fatto di aver varcato la soglia dei bagni maschili, nei quali non poteva entrare. Il preside dell’Einaudi, professor Giovanni Pone, stamane non ha voluto tornare sull’episodio. «No comment» ha risposto con voce ferma, ma irritata, limitandosi a riferire che la scuola «sta lavorando efficacemente con le famiglie in termini educativi».

Il preside non ha agito sull’onda dell’emotività e se vi è stata disparità nella punizione «vuole dire che si è tenuto conto anche di altre cose»: è l’opinione dell’assessore della provincia di Vicenza Morena Martini sul caso dei due adolescenti scoperti nel bagno della scuola a fare sesso. Martini ricorda di essere stata lei stessa insegnante per anni nell’istituto Einaudi di Bassano prima di fare attività politica. «Conosco troppo bene il preside, è una persona che non si lascia trascinare dall’emotività – sottolinea – per questo penso che nella diversa punizione inflitta ai due ragazzini si sia tenuto conto anche di altre cose». Negli ambienti scolastici la voce che rimbalza è che alla ragazzina sia stata data una sospensione di quattro giorni (contro il giorno solo al compagno) in considerazione del suo percorso scolastico discontinuo e della sua condotta nell’istituto. «Dobbiamo condannare l’atto – spiega l’assessore provinciale – ma non colpevolizzare l’istituto scolastico». Martini fa presente, tra l’altro, che l’Einaudi porta avanti da tempo progetti che riguardano le pari opportunità e l’affettività.

Sarebbe stato meglio «mettere in riga» i due studenti sorpresi nel bagno della scuola a fare sesso «con un semplice rimprovero, è preferibile usare le punizioni più dure, come le sospensioni, per tentare di debellare altre cose, come gli atti di bullismo che spesso avvengono nelle scuole». A pensarla così è Michele Orezzi, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari (Udu). «Inoltre – aggiunge – non è equo dare, come è stato fatto, una punizione diversa ai due ragazzi: in sostanza alla studentessa è stata data una punizione più dura di 4 volte rispetto allo studente, e questo è veramente assurdo anche perché sembra porre l’accento, più che sul luogo in cui il fatto è avvenuto, ovvero il bagno dei ragazzi, sul fatto che sia una donna».

Sullo stesso tema interviene Sofia Sabatino, coordinatrice della Rete degli studenti. «Non è comprensibile una punizione diversa ai due adolescenti sorpresi in bagno a fare sesso: entrambi erano consci di quello che facevano e andavano puniti alla stessa maniera». «Piuttosto – riflette – il punto è capire perchè accadono questi fatti e come gli adolescenti vivono la propria sessualità. A scuola di questi temi si parla pochissimo, e spesso con insegnanti, come quelli di religione, che non sono preparati per affrontare con “il taglio giusto” questi argomenti con i ragazzi. Insomma, dalla mattina alla sera sentiamo parlare di sesso in televisione ma non se ne parla mai a scuola; sarebbe invece il caso di investire in modo serio su questo tema». (Ansa)
18 febbraio 2012

http://www.corriere.it/

Nuoro – Rapinatori gentiluomini:scusateci per il disagio ma c’e’ crisi”

BY

MONDOCURIOSO
 – 18 FEBBRAIO 2012

Sono entrati in banca con il viso coperto e armati di pistola e subito ai tre impiegati hanno detto: “Scusateci del disagio ma c’e’ crisi”, e dopo essersi fatti consegnare il denaro in cassa, circa diecimila euro, i due rapinatori sono fuggiti facendo perdere le tracce. E’ accaduto a Nuoro, alle 10:30, nel Monte del Paschi di Siena, nella centrale via Lamarmora. I malviventi, ripresi dalle telecamere, secondo gli inquirenti, carabinieri e agenti della Squadra Mobile che sono intervenuti poco dopo, forse impugnavano un’arma giocattolo perche’ non ha fatto scattare il metal detector.
Amsicora

Foto divertente: Ma quest’albero non vi ricorda qualcuno? :)

BY

MONDOCURIOSO

– 18 FEBBRAIO 2012


 

 

HA UCCISO LA MADRE MA ORA È PARALIZZATO. IL GIUDICE DI PESCARA: “RESTA IN CARCERE”

 

 

Sabato 18 Febbraio 2012 – 16:39

PESCARA – Valentino Di Nunzio è sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico al midollo spinale, dopo il quale sicuramente non potrà tornare a muovere gli arti, ma il Gip di Pescara Gianluca Sarandrea ha respinto la richiesta mia e del PM Salvatore Campochiaro: volevamo il trasferimento di Valentino dal carcere di Teramo all’Ospedale Psichiatrico Giudiziario o in altro istituto penitenziario dotato di reparto psichiatrico». Lo scrive l’avvocato del Di Nunzio Isidoro Malandra in un nota. Di Nunzio, che aveva ucciso la madre a coltellate nella sua abitazione di Manoppello (Pescara), lo scorso 14 febbraio si è procurato la gravissima lesione al midollo in un tentativo di autolesione in cella. «Attualmente il paziente è tetraplegico (nessuna risposta motoria ai quattro arti, non può materialmente fuggire nè reiterare alcun reato – dice Malandra – quindi il provvedimento del Gip è abnorme ed insensato e sarà impugnato al Riesame ma, dati i tempi tecnici, un’eventuale revoca dello stesso non potrà intervenire prima di sette/dieci giorni. Nel frattempo al padre e ai parenti sarà impedito di assistere Valentino nella delicatissima fase post-chirurgica», perchè l’avvocato aveva presentato «istanza di arresti domiciliari presso il Reparto di Neurochirurgia unita a quella di consentire ai parenti di assistere il Di Nunzio senza le limitazioni imposte dalla custodia carceraria». «Ebbene, il GIP rigetta per l’ennesima volta la richiesta perizia, conferma la misura carceraria, sebbene eseguita attraverso piantonamento presso l’Ospedale di Teramo, e dispone la custodia cautelare presso il Reparto Psichiatrico dell’Ospedale di Teramo all’atto delle dimissioni dal Reparto di Neurochirurgia», chiude l’avvocato.

http://www.leggo.it

Belen, la farfallina diventa una linea di abbigliamento intimo/Foto


 

Il festival di Sancelentano ha ormai le ore contate. Sancelentano? Eh sì, vogliamo vedere in faccia chi ha il coraggio di chiamarlo con il suo nome originario Festival di Sanremo, dopo lo tsunami scatenato dal Molleggiato ribattezzato Sua Immensità da Rocco Papaleo. Tanto per tagliar corto questo 62° Sanremo è stato affondato dalla critica come il peggior festival di tutti i tempi, sacrosanto. 

E passerà alla storia per Celentano e per la farfallina inguinale esibita da Belen Rodriguez che ha spaccato l’Italia indignando persino il ministro del Lavoro Elsa Fornero. «Faccio parte del mondo dello spettacolo, non faccio leggi. Farebbe scandalo se fosse una parlamentare a scendere le scale con quello spacco…», ha replicato la donna farfalla. Ma sdrammatizziamo che val la pena. Quando sul palco Belen ha mostrato il tatuaggio dalla platea uno spettatore ha urlato: «Ma le mutande ce l’hai?». 

Sembrava proprio di trovarsi all’Ambra Jovinelli dei tempi d’oro dell’avanspettacolo. Ce l’aveva ce l’aveva le mutande… il sarto della bollente arghentina Fausto Puglisi aveva abilmente cucito gli slip al vestito. Secondo una indiscrezione dell’ultima ora il tatuaggio esposto sarebbe una idea per lanciare una linea di abbigliamento intimo «La farfalla di Belen» firmata dalla stessa Belen. Verosimile. E ci sarebbe lo zampino di Fabrizio Corona. 

Intanto Belen non fa più parte della scuderia di Lucio Presta, il più potente agente della televisione (stanno con lui Benigni, Morandi, Bonolis, Venier, Clerici….). Ma Lucio l’ha subito rimpiazzata con Elisabetta Canalis che ha mollato Beppe Caschetto, il Cuccia degli agenti (stanno con lui Fabio Fazio, Littizzetto, Crozza, Luca&Paolo, Daria Bignardi, Alessia Mercuzzi…).

Con Sancelentano si conclude la stagione dei festival di Gianmarco Mazzi il direttore artistico. Il suo contratto con la Rai è in scadenza e ai piani alti di Viale Mazzini tirano un sospiro di sollievo. Ma il navigato Mazzi non resterà disoccupato: si dà per scontato che passerà alla concorrenza, consulente di Maria De Filippi ad Amici. E dal prossimo anno il festival sarà «sobrio» e tornerà nelle mani della Rai, in quelle di Giancarlo Leone, neopromosso a capo dell’intrattenimento delle tre reti.

Arisa in versione sexy, una sorpresa. E non è più fidanzata con tal Giuseppe Anastasi. Ma si lamenta: «Ragazzi, qui non si batte un chiodo…».

 

Il Messaggero

 

Go to Top