Crea sito

Archive for febbraio 21, 2012

Corea del Nord: parlare al cellulare può essere punito con la pena di morte

21 FEBBRAIO 2012

ù

Se qualcuno si aspettava che dopo la morte del “caro leader” Kim Jong-Il, per la Corea del Nord si aprisse la strada della libertà, si sbagliava di grosso. Per tutto il periodo di lutto, che durerà 100 giorni dalla morte del dittatore, il 17 dicembre scorso, è infatti stato rigorosamente vietato di utilizzare il cellulare.

uomo-cellulare2_thumb

Lo scopo del divieto sarebbe quello di limitare la circolazione di informazioni che potrebbero essere destabilizzanti per il regime, che si sente particolarmente a rischio dopo la morte del leader.

Il divieto è estremamente rigido, e l’utilizzo di un cellulare, specie in pubblico, è considerato un crimine di guerra, che può essere punito con i lavori forzati, o anche con la pena di morte.

Va detto comunque che sono ben pochi i cittadini nordcoreani che possiedono un cellulare: secondo alcune stime, si tratterebbe di meno del 5% della popolazione.

 

http://notizie.delmondo.info/

 

Animali che fanno notizia

Dietro a ognuna di queste foto c’è una storia, una notizia curiosa o un evento inaspettato. In questa gallery abbiamo raccolto le migliori foto-notizie del regno animale. Tutti i giorni troverai nuove curiose foto e le loro storie.

 

scimmia iguana

 

leoni washington

 

presidenziali usa

 

squalo balena

 

gufo artico bianco neve

Lo sguardo di un babbuino allo zoo di Gelsenkirchen, Germania

 

 

http://it.notizie.yahoo.com

Squalo mangia squalo

Uno squalo tappeto ingoia uno squalo bambù intero: la straordinaria foto scattata in Australia durante un’immersione. Testimoni dell’insolito banchetto Daniela Ceccarelli e David Williamson, dell’Australian Research Council’s Centre of Excellence for Coral Reef Studies.

 

foto squalo mangia squalo

squalo mangia squalo 2

 

http://it.notizie.yahoo.com/curiose/

Fantini robotici per la corsa dei cammelli

fantini robot per cammell …

fantini robot per cammell …

fantini robot per cammell …

fantini robot per cammell …

 

Ormai dal 2005 i fantini dei cammelli che partecipano all’International Camel Race di Kebd sono stati sostituiti da dei… fantini robot! Si, dei piccoli robot che conducono i cammelli in una gara lunga 6km. Secondo gli organizzatori questo accorgimento è stato adottato per evitare che i cammelli siano condotti da dei bambini scelti al posto degli adulti perchè più leggeri e oggetto di un traffico di esseri umani.

 

http://it.notizie.yahoo.com/curiose/

Scienziati russi riportano in vita pianta dell’era glaciale

CONTENUTI CORRELATI

Mosca (Russia), 20 feb. (LaPresse/AP) – Gli scienziati russi hanno riportato in vita la Silene stenofilla, pianta risalente all’era glaciale, nell’ambito di un esperimento che spiana la strada per pratiche simili per altre specie. Gli scienziati sostengono che la pianta sia la più antica mai rigenerata e che sia fertile, poiché produce fiori bianchi e semi utilizzabili. La materia prima per l’esperimento erano alcuni campioni di tessuto di un frutto recuperati nella tana di uno scoiattolo dell’era glaciale, che conteneva frutti e semi congelati nel permafrost siberiano per oltre 30mila anni. Secondo i russi l’esperimento prova che il permafrost, i ghiacci perenni, sia effettivamente un deposito naturale per forme di vita antiche. I risultati dell’esperimento verranno pubblicati domani nel ‘Proceedings of the National Academy of Sciences’ degli Stati Uniti.

http://it.notizie.yahoo.com/curiose/

Usa, ruba auto ma c’è dentro bimbo addormentato: lui non si sveglia



  • Usa, ruba auto ma c'è dentro bimbo addormentato: lui non si svegliaIngrandisci fotoUsa, ruba auto ma c’è dentro bimbo addormentato: lui non si sveglia

Rochester (New York, Usa), 21 feb. (LaPresse/AP) – Un ladro ha rubato un’automobile a New York lasciata accesa dal proprietariodavanti a un negozio di alimentari e al cui interno c’era il figlio di seianni addormentato. La polizia riferisce che il padre 26enne, originario di Irondequoit nello Stato di New York, si è fermato davanti a un negozio sabato sera per acquistare da bere e ha deciso di lasciare accesa la macchina, con appunto il bambino addormentato dentro. Il ladro ha approfittato dell’occasione irripetibile per salire a bordo e fuggire, ma si è probabilmente accordo del piccolo e ha abbandonato il veicolo dopo circa 30 minuti. La storia ha sia un lieto fine che uno meno felice. Il bambino non si è mai svegliato, evitando un brutto spavento, ma il padre è stato incriminato per aver messo a repentaglio la vita di un minore.

http://it.notizie.yahoo.com/curiose/

Mamma si butta dal balcone con bimba di 4 anni a Torino: morte

  • Mamma si butta dal balcone con bimba di 4 anni a Torino: morteIngrandisci fotoMamma si butta dal balcone con bimba di 4 anni a Torino: morte

Torino, 16 feb. (LaPresse) – Tragedia a Torino. Questa mattina una donna di 33 anni, ospite della Clinica Opera Pia di strada San Vincenzo 137, si è buttata dal balcone del terzo piano con la figlia di 4 anni. Sono morte entrambe sul colpo. La donna stava vivendo una situazione di difficoltà familiare e psicologica, per questo era ospitata in una struttura protetta e seguita con la piccola costantemente dagli assistenti sociali. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La donna questa mattina alle 8 si è svegliata, ha preso in braccio la piccola e si è buttata dal secondo piano cadendo nel seminterrato, facendo quindi un volo di tre piani. E’ disperato il suo compagno, che ha denunciato, tramite il legale della famiglia, l’avvocato Mauro Vecchio, di aver fatto presente, tre o quattro giorni fa, agli assistenti sociali che la sua fidanzata non “era in sè”, e che era probabile che “compiesse un gesto disperato”. “Nessuno ci ha ascoltati” denuncia il legale.

La tragedia è nata da una storia di incesto. La donna aveva altri due figli, un adolescente di 12 e una di 14. Viveva con loro insieme all’ultima nata. Il tribunale dei minori era intervenuto circa due anni fa, su segnalazione degli assistenti sociali, perché i due fratelli adolescenti avevano avuto un rapporto incestuoso tra di loro. A quel punto il giudice aveva ordinato che madre e figlia più piccola vivessero isolate in una comunità, e gli altri due fratelli in altre. La donna è entrata nella struttura protetta un anno e due mesi fa. Ma non si trovava bene, denuncia il suo legale Mauro Vecchio, “perché non poteva uscire, poteva vedere raramente gli altri due figli e solo in luogo neutro, vedeva raramente il compagno”, che è il padre della piccola morta oggi e non dei due ragazzi precedenti, che la signora aveva avuto da una relazione precedente. “Oggi – spiega l’avvocato Vecchio – presenteremo denuncia per omicidio colposo. Tutta la situazione di questa famiglia è stata seguita poco e male dagli assistenti sociali. La madre soffriva perché aveva appreso che la figlia di 14 anni aveva tentato due volte il suicidio, l’ultima volta lo scorso maggio. Lo aveva scritto su Facebook. Lei soffriva perché voleva stare con la sua famiglia”. La figlia di 14 anni avrebbe anche denunciato di essere stata molestata da suo padre. “Non ha avuto alcun sostegno sociale nè psichiatrico, ieri ha avvisato che si sentiva male, nessuno la ha ascoltata”, è la denuncia degli zii della madre. “Lei ieri sera – raccontano – si era sentita male. Qui in comunità era accorsa la madre. Lei soffriva da mesi, non voleva stare qui, voleva stare con la sua famiglia, gli altri due figli e il compagno. Ma nessuno psichiatra la aveva seguita bene e nemmeno gli assistenti sociale”.

http://it.notizie.yahoo.com/

USA : Proietta un film porno alla festa del figlio invece dei “Puffi”

BY

MONDOCURIOSO
 – 20 FEBBRAIO 2012

Che reazione avreste se durante la festa di vostro figlio invece di un cartone animato, per sbaglio, mettereste nel lettore dvd un film porno?? Ecco, è quello che è accaduto negli USA ad un uomo che ha noleggiato un Dvd dei “Puffi 3d” da un distributore automatico e proiettato su un grande schermo.
Ma quando invece dei nanetti blu sono apparse delle scene bollenti, i bambini e soprattutto i loro genitori, sono rimasti alquanto sconvolti.
L’uomo,per dimostrare la propria innocenza, ha deciso di chiamare la polizia, affermando che qualcuno aveva manomesso il Dvd.
Tuttavia gli agenti non hanno notato nessuna irregolarita nel Dvd e piuttosto hanno presunto che il film porno fosse già presente nel laptop. 
La polizia, però, ha deciso di non procedere nei confronti dell’uomo poichè il film è stato proiettato accidentalmente.

L’FBI spegnerà Internet l’8 marzo.Come verificare se siete infettati da DNS-Changer

BY

MONDOCURIOSO
 – 20 FEBBRAIO 2012

E’ il giorno della probabile “disconnessione generale” per motivi di sicurezza e ripulire il web dal virus DNSChangerIl web in black-out totale? Potrebbe succedere il prossimo 8 marzo a causa di un virus che ha corrotto computer in oltre 100 paesi. L’anno scorso le autorità estoni hanno arrestato sei uomini ritenuti i responsabili della creazione di uno script dannoso chiamato DNSChanger. Il worm, una volta diffuso in Rete, è arrivato nei computer di molti stati del mondo tra cui 500 mila nella sola America. La prima conseguenza dell’infezione è stato il propagarsi del virus dai computer infetti che andavano a inviare DNS apparentemente normali ad altri. Il mascheramento degli indirizzi DNS è un problema grave e critico se si considera che i DNS sono la spina dorsale del sistema di indirizzi di Internet che agiscono come poliziotti del traffico web. Una volta che il worm ha modificato le impostazioni dei DNS i computer infetti non riescono a visualizzare il web “reale” essendo reindirizzati verso siti specchio che anche se riproducono in tutto quello originale sono fasulli e creati appositamente per le truffe. Pensate di voler controllare il vostro conto bancario online e invece di essere sul vero sito venite reindirizzati da DNSChanger, al sito fasullo che è uguale all’originale.

Sebbene l’FBI abbia chiuso la rete DNSChanger e spento i server affiliati, la soluzione era temporanea e in scadenza l’8 marzo. Il problema è che l’autorità invece di chiudere direttamente i server fraudolenti immediatamente dopo la scoperta, ha preferito attendere un ordine del tribunale (che ancora non c’è) che consenta di sostituire i DNS illegali con quelli legittimi così da aggirare il contagio senza affrontarlo direttamente. In questo modo non esisterebbero più computer infetti perchè i DNS al quale puntavano andrebbero a sostituire (molto probabilmente a reindirizzare) verso quelli originali. Ma come scoprire se il nostro computer è infetto? Il worm coinvolge tutti gli utenti Windows e MacOS e per capire se siamo anche noi nella rete dei DNSChanger possiamo proseguire così:

Controllare se il DNS del proprio computer, assegnato alla scheda di rete, sia diverso dai seguenti:

85.255.112.0 attraverso 85.255.127.255
67.210.0.0 attraverso 67.210.15.255
93.188.160.0 attraverso 93.188.167.255
77.67.83.0 attraverso 77.67.83.255
213.109.64.0 attraverso 213.109.79.255
64.28.176.0 attraverso 64.28.191.25

L’FBI ha pubblicato una guida completa per l’auto scan del computer disponibile al seguente indirizzo. Se infettati da DNSChanger l’FBI ricorda che nel sistema vengono disabilitati in automatico gli aggiornamenti di sicurezza che ci potrebbero esporre ad altri malware.

Chip

Foto divertente: Essere o non essere un gentleman?

BY

MONDOCURIOSO
 – 20 FEBBRAIO 2012

Ok, è giusto essere dei gentiluomini e cortesi con le donne..ma qui si esagera!!!!!! No????

Go to Top