Crea sito

Archive for agosto 16, 2013

“Nato con la camicia…”. Neonato ancora nel sacco amniotico. Da vedere ! (clicca la foto)

Si dice così quando un bambino nasce con le membrane amniotiche attorno al corpo… quello strato biancastro che alla nascita ricopre l’epidermide dei neonati, e che appare un po’ più abbondante nel caso di parti prematuri. Il suo scopo è la protezione del feto dal liquido amniotico, che potrebbe macerarne la cute. È un caso molto raro, ecco perché nel linguaggio quotidiano questa espressione viene usata per indicare una persona fortunata.
 
Fonte:http://perleepirla.blogspot.it/2013/02/super-foto-dellanno-nato-con-la-camicia.html

Magia nera, quaranta aghi nel corpo di un bimbo di 2 anni

magia_nera_bambola--400x300.jpg

Una scoperta choc scuote il Brasile. Un bambino di due anni è stato trovato con quaranta aghi conficcati nel corpo. Secondo la polizia locale il responsabile dell’orrore sarebbe il padre, Carlos Magalhaes, che avrebbe sacrificato il bimbo in un rito di magia nera. Il piccolo ora è in terapia intesiva, e le radiografie non lasciano dubbi.

 

959d6debd196b35ba7cb5151b31058e4.jpg

 

I genitori del bambino lo avevano portato in ospedale d’urgenza perché soffriva di dolori fortissimi all’addome e agli arti. «Non sappiamo cosa sia successo» la prima spiegazione. I medici, perplessi, hanno effettuato le analisi. «E’ impossibile che li abbia ingeriti» ha detto Eduardo Goes, responsabile del centro – « Per fare un paragone, se qualcuno ingerisce per errore una grossa lisca di pesce, beh, è in grado di provocare sintomi gravi. Immaginate un bimbo che ingoia quaranta o cinquanta aghi. Difficile da credere».

87dfdee8-eab5-4d17-ac46-ddbde1477de0.jpg

Poi, la confessione del padre, che ha raccontato agli agenti di aver conficcato gli aghi nel corpo del figlio durante un rito magico. «Avrei dovuto ucciderlo per vendicarmi di mia moglie». La polizia ha detto che l’ordine è arrivato dall’amante, e ha spiegato che la prima segnalazione è arrivata proprio dalla madre, che ha trovato in casa oggetti sospetti.

radiografia_brasile01g.jpg

Il team di dottori che si occupa del caso intende lasciare molti degli aghi all’interno del corpo del piccolo, perché la rimozione potrebbe causare più danni che benefici.

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

Fonte: lastampa.it


BARBARA BOUCHET COMPIE 70 ANNI E SI RACCONTA: “AL CINEMA NUDA MA CON CLASSE”

Giovedì 15 Agosto 2013 

di Gloria Satta

ROMA – Buon compleanno a Barbara Bouchet, che domani compie 70 anni. Bomba sexy a 30, quando contendeva a Edwige Fenech il ruolo di primadonna delle commedie
erotiche italiane (titoli cult: Una cavalla tutta nuda, La svergognata, Spogliamoci così senza pudor…), Barbara è oggi una signora sempre bellissima che affronta con una risata il passare del tempo. Con 200 film all’attivo, due figli (uno è lo chef Alessandro Borghese) e la venerazione dichiarata del “dio” Tarantino, notoriamente innamorato dei b-movies italiani. «Ho avuto una vita magnifica», dice Bouchet, «e non ho conti in sospeso». Unico cruccio: «Non lavoro».

E cosa fa? «La pensionata forzata. Come tanti italiani. Sono in buona compagnia!». Riceve un buon assegno? «Vuole scherzare? Prendo 450 euro al mese. Quando ho scoperto che i produttori italiani non mi avevano pagato i contributi, ho pianto. Avrei dovuto vigilare e invece mi sono fidata…». Perchéi non la fanno lavorare? «E che ne so? Bisognerebbe chiederlo ai registi. In Italia non si scrivono personaggi per le attrici della mia generazione». Ma Stefania Sandrelli non si ferma un attimo. «Lei è un’italiana tipica mentre io, tedesca di origine, vengo considerata esotica e resto legata alla mia immagine di sex symbol. Nessuno ha il coraggio di invecchiarmi e imbruttirmi». Lei sarebbe disposta a farlo? «Certo! Non vedo l’ora di interpretare una casalinga sfiorita e trasandata. Invece mi vedono tutti come la perfetta baronessa. Che strazio! Meglio dipingere, mi dà più soddisfazione».

Con chi vorrebbe lavorare? «Con Ozpetek e con Avati. Ogni volta che ci vediamo, grandi promesse e complimenti ma io sono ancora qui che aspetto». E’ vero che sarà con la Fenech nel nuovo film di Tarantino?«Un progetto c’è ma non si è ancora concretizzato. Viene Quentin e mi fa: vuoi essere nel mio prossimo film? E io: sì, sì, va bene. Ancora non ho saputo niente».
Non doveva fare “Bastardi senza gloria”? «Ho rifiutato perché il mio personaggio era francese mentre io avrei preferito recitare in tedesco. Poi Tarantino ha tagliato il ruolo. L’ho scampata bella». Per fortuna Scorsese l’ha voluta in “Gangs of New York”. «Meravigliosa esperienza! Il mio ruolo è piccolissimo ma per lavorare con Martin avrei fatto anche la comparsa. Sul set mi ha baciato la mano e mi ha detto: signora, ho visto tutti i suoi film. E io ho pensato: eccone un altro».

Contenta di aver interpretato tante commedie erotiche?«Contentissima. Anche se all’epoca quei film venivano stroncati, oggi rimangono». A forza di strip e docce, pensa di aver aiutato l’evoluzione sessuale degli italiani? «Senza dubbio. Ma sia chiaro, in quei film non c’era volgarità e io mi sono sempre spogliata con classe. Me lo riconoscono anche le signore di una certa età: Barbara, eri sempre nuda, ma che eleganza!». Quando arrivò in Italia, nei 70, dovette difendersi dagli assalti degli uomini? «No, da voi nessuno si è azzardato a saltarmi addosso. Era molto peggio a Hollywood dove iniziai la carriera e ho dovuto difendermi su tutti i fronti. Un inferno».

Lei, che ha lavorato con Preminger ed è stata Bond Girl in “Casino Royale”, cosa pensa delle celebrità di oggi? «Molte ragazze che finiscono sulle copertine sono figlie dei reality e del successo usa-e-getta. Durano una stagione e poi chi se le ricorda più?». Cosa, dell’Italia, non digerisce? «Adoro questo Paese, da anni mi ci trovo benissimo. Però non riesco ad accettare il fatto che le regole non vengano rispettate. Troppi ritardi, troppo pressappochismo…». Rivede mai i suoi film? «Siamo matti? Non rivedo nemmeno L’anatra all’arancia, Non si sevizia così un paperino, Per le antiche scale, i miei preferiti. Odio la nostalgia, guardo avanti». Niente lifting o ritocchini?«Ma le sembra che ne abbia bisogno? Non ho nulla in contrario, forse un domani… E poi, gliel’ho detto, voglio interpretare una vecchia. Se mi piallo la faccia, chi mi chiama più?».

LA SOGLIOLA PIÙ GRANDE DEL MONDO: PESA 232 KG. “PENSAVO FOSSE UN SOTTOMARINO” -FOTO

Venerdì 16 Agosto 2013OSLO – Ecco la sogliola più grande del mondo, pesa 232 chili e l’ha pescata Marco Liebenow nel mare della Norvegia.

Si tratta di un esempleare di halibut, o sogliola dei mari del Nord. Quando il giovane pescatore dilettante l’ha presa, era convinto di aver agganciato un sottomarino e stava per mollare.

Dopo una lunga lotta il grosso pesce è stato catturato, trascinato nel porto legato alla barca è stato issato sul molo con una grossa gru.

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

 

 

http://www.leggo.it/

STRIPTEASE AL RISTORANTE DAVANTI AI CLIENTI: LA NUOVA MODA A NEW YORK -FOTO/VIDEO

Venerdì 16 Agosto 2013NEW YORK – A New York impazza la nuova moda di farsi fotografare seminudi al ristorante. L’ultimo striptease artistico da parte di ​Shelby Carter, sexy modella, si è svolto nel Salon de Ning, ristorante sul tetto del grattacielo che ospita il Peninsula Hotel.
Lo spogliarello è avvenuto sotto gli occhi stupefatti dei presenti. La modella ha iniziato a posare in lingerie per il fotografo Allen Henson. Alla fine la ragazza è stata “gentilmente” fatta allontanare dalla polizia.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvybA

 

http://adf.ly/TvvOC

 

http://www.leggo.it/

IL VIDEO

Go to Top