Crea sito

Archive for novembre 7, 2013

RIHANNA TORNA NELLE BARBADOS: SEXY SHOOTING IN SPIAGGIA COL MINI BIKINI

Rihanna

Giovedì 7 Novembre 2013

BARBADOS – Un po’ di riposo per la bella Rihanna, volata nella sua terra natia, le Barbados, per qualche giorno di vacanza. Con l’occasione la reginetta del pop ha approfittato per farsi scattare un servizio fotografico mentre indossa un succinto bikini, catturando l’attenzione di tutti gli altri bagnanti. La cantante ha presenziato a un evento benefico, Dance 4 Life, che punta a sensibilizzare i giovani sulla diffusione dell’Hiv.

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


“LA TERRA È IN PERICOLO, ALLARME METEORITI”. ANNUNCIO CHOC SU NATURE: “MINACCIA ALTA”

Allarme meteoriti

Mercoledì 6 Novembre 2013

ROMA – A quanto pare c’è da avere paura sul serio, e non siamo di fronte ad un fenomeno da prendere alla leggera. La minaccia dei meteoriti, infatti, potrebbe essere maggiore del previsto e per questo servono più studi e programmi di sorveglianza: è quanto mostrano i dati relativi a origine, traiettoria e potenza del meteorite che nel febbraio scorso è esploso sulla città russa diChelyabinsk. I nuovi dati, contenuti in tre studi pubblicati contemporaneamente daNature & Science, suonano come un campanello di allarme e costringono a rivedere i modelli teorici sulla probabilità di impatto dei meteoriti sulla Terra. Secondo gli autori il numero di oggetti con diametro superiore ai 10 metri potrebbe essere dieci volte maggiore di quanto si pensi. Le analisi sono state coordinate da Jiri Borovicka dell’Accademia delle Scienze Ceca, Peter Brown dell’università canadese Western Ontario e Olga Popova dell’Accademia di Scienze Russa. L’asteroide di Chelyabinsk, è stato il maggiore impatto noto di questo tipo, da Tunguska del 1908.
Poichè si è verificato in una zona molto popolata e in un periodo in cui telefoni cellulari e videocamere sono all’ordine del giorno è stata un’occasione unica che ha permesso di raccogliere una quantità di informazioni senza precedenti sull’evento. «Finora la fisica della caduta dei meteoriti è stata solo teorica, per la prima volta un evento di questo tipo è stato ripreso in diretta da moltissime persone e da più angolazioni» spiega Ettore Perozzi responsabile delle operazioni del Centro Neo (Near Earth Object) dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). I dati prodotti, ha aggiunto, «sono migliori dei test che si possono fare in laboratorio e ci permettono di compiere un grosso balzo di conoscenza su questi eventi». Dalle informazioni raccolte è stato calcolato che l’onda d’urto della detonazione si è formata a un’altezza di circa 90 chilometri. La palla di fuoco è diventata più luminosa e calda a una altitudine di 30 chilometri quando l’oggetto si è frantumato. L’asteroide era una condrite ordinaria e aveva un diametro di 19,8 metri. Quando è esploso, l’oggetto viaggiava alla velocità di circa 18,6 chilometri al secondo. L’energia dell’evento è stata equivalente a un’esplosione di circa 500 kilotoni (circa 30 volte la bomba che distrusse Hiroshima). Un parte della comunità scientifica è però perplessa: «dire che il numero oggetti con diametro superiore ai 10 metri potrebbe essere dieci volte maggiore di quanto si pensi mi lascia un pò perplesso, è un dato che va certificato attentamente» osserva Andrea Milani, dell’università di Pisa e responsabile del gruppo NeoDyS, specializzato nel calcolare le orbite degli asteroidi più vicini alla Terra.

 

 

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


SCARLETT JOHANSSON ELOGIA IL PORNO: “LO APPREZZO, È MOLTO PRODUTTIVO”

Scarlett Johansson

Giovedì 7 Novembre 2013

LONDRA – Ogni star ha un piccolo segreto che tiene nascosto in fondo al cassetto, quello di è Scarlett Johansson è la passione per il porno. «Apprezzo il porno» ha ammesso alla rivista inglese Marie Claire, «Il porno, come tutto del resto, può essere apprezzato oltre che essere produttivo per l’uomo e per la donna» e ammette anche di aver visto film hard insieme al suo compagno.
Una dichiarazione che troverà l’approvazione di molti dei suoi fan che forse desiderano da tempo vedere la loro amata esibirsi in scene dall’acceso erotismo. Una passione per il porno ma limitata. La Johansson si è detta comunque sfavorevole al porno online: «Se scoprissi che il mio ragazzo guarda così tanto porno sarei, senza dubbio, sconvolta», conclude l’attrice.

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


BABY SQUILLO, DENUNCIA CHOC A L’AQUILA. LA PROCURA INDAGA, OPINIONE PUBBLICA DIVISA

Baby squillo, denuncia choc a L'Aquila. La Procura indaga, opinione pubblica divisa

Giovedì 7 Novembre 2013

L’AQUILA – Lo scandalo delle baby squillo di estende anche a L’Aquila dove sono stati denunciati casi di giovani ragazze che si vendono per piccoli compensi, e che a volte si trovano in situazioni al limite della povertà. L’Aquila sotto choc per l’allarme prostituzione minorile lanciato dal vescovo ausiliare del capoluogo abruzzese, monsignor Giovanni D’Ercole, che in occasione della presentazione del rapporto Caritas sulle nuove povertà, ha riferito di essere stato informato da un medico dell’ospedale locale dell’esistenza di baby-squillo, anche con meno di 14 anni, che si vendono per una ricarica telefonica. La denuncia di mons. D’Ercole ha rappresentato un vero e proprio scossone per l’opinione pubblica aquilana, disorientata dalla denuncia del vescovo e alle prese con preoccupazioni più pesanti legate ancora agli effetti del dopo sisma, ma anche per le istituzioni e la politica. Intanto la magistratura aquilana ha avviato una indagine preliminare sul fatto. L’inchiesta è appena agli inizi ma il Procuratore Capo Fausto Cardella è intenzionato «ad approfondire in tempi rapidi quanto denunciato da mons. D’Ercole con modalità che verranno decise dal pool competente su questi reati». INTERVENTO SOCIALE Preoccupazione ha espresso anche l’Amministrazione comunale. La Giunta municipale in una nota ha spiegato che «sicuramente la Chiesa è un osservatorio privilegiato e anche un solo caso sospetto o taciuto di baby prostituzione rappresenta un dato allarmante ed assolutamente intollerabile». Ma, ha precisato, «quello che sicuramente emerge ed è evidente e sotto gli occhi di tutti, è il disagio sociale che la Città sta vivendo dal dopo terremoto. Una città che ancora soffre l’incertezza della sua ricostruzione con l’incertezza dei fondi, oggi non sufficienti per il rispetto tempi del cronoprogramma». «Abbiamo comunque chiesto un incontro col Prefetto per fare chiarezza sulla vicenda – prosegue il Comune – anche perchè, se il nostro territorio dovesse essere davvero a rischio, chiederemo immediatamente un piano d’intervento sociale a Governo e Regione per l’istituzione di un osservatorio speciale sul fenomeno». Anche la senatrice aquilana ed ex presidente della Provincia Stefania Pezzopane (Pd) è intervenuta oggi sulla vicenda: «Sul fenomeno della baby prostituzione, denunciato da monsignor D’Ercole in questi giorni, va fatta piena luce – ha detto – Interroghiamoci non solo su cosa accade tra gli adolescenti, ma su cosa sta accadendo tra gli adulti. Non abbiamo bisogno di paternali moralistiche e bacchettone, nè di qualcuno che getti altro fango, altre macabre ombre su una città che sta cercando di riconquistare una sua dignità, una sua identità sociale e culturale. Semmai occorre vigilanza, serve rafforzare la rete di servizi sociali a favore dei minori, servono politiche specifiche per gli adolescenti».

 

 

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


‘RAGAZZE DOCCIA’ A MILANO, SESSO NEI BAGNI DELLA SCUOLA IN CAMBIO DI SOLDI E REGALI

'Ragazze doccia' a Milano, sesso nei bagni della scuola in cambio di soldi e regali

Giovedì 7 Novembre 2013

MILANO – Parallelamente allo scandalo delle baby squillo romane ecco scoppiare a Milano il caso delle “ragazze doccia”. Si tratta di un fenomeno scolastico, rivelato dal sito del Corriere della Sera, che coinvolgerebbe ragazze dai 14 ai 16 anni, che scelgono di prostituirsi in cambio di regali. RAGAZZE DOCCIA Il nome, “ragazze doccia”, deriva da un semplice accostamento: come una doccia al giorno loro fanno sesso tutti i giorni. I fatti avvengono nei bagni delle scuole in cambio di oggetti e sono stati scoperti da un equipe di professori guidata dal prof. Luca Bernardo, diretto del reparto di pediatria del Farebenefratelli del capoluogo lombardo. BUONA FAMIGLIA Il profilo delle “giovani prostituite” sarebbe quello di ragazze di buona famiglia, per la maggior parte iscritte a scuole private, in cerca di divertimento più che per reale necessità. SMARTPHONE Un movimento che nasce in classe attraverso l’uso degli smartphone. Vengono inviati addirittura i “menù” delle prestazioni con le richieste sessuali e gli orari per l’appuntamento nel bagno. La scelta del compagno di avventura dipende da ciò che possono richiedere in cambio. “Ad oggi – spiega il professore a Corriere.it – abbiamo individuato otto ragazze, ma ci risulta che il fenomeno sia molto più esteso”. FENOMENO IN ESPANSIONE Le ragazze si vendono anche a più persone nell’ambito di una giornata. Ma il professor Bernardo, che spiega come sia stato difficile ottenere una confessione da queste ragazze, estrapolata all’interno di problematiche parallele come droga e bullismo, va oltre. “Non posso pensare che in questi ambienti non girino anche soldi – dice – Inoltre sembra che ora ci siano dei ragazzi, dai diciassette anni in su che fanno da procacciatori di clienti e il timore è che nel giro, già molto preoccupante, stiano entrando anche dei clienti adulti”.

 

 

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


MARIKA FRUSCIO NUDA NEL CALENDARIO 2014: ESPLOSIVA E SEXY NEL ‘DIETRO LE QUINTE’ -FOTO

Marika Fruscio

Giovedì 7 Novembre 2013

ROMA – Scatti di vita quotidiana, bere caffè, mettere il rossetto, affacciarsi dalla finestra, il tutto però dimenticando di mettere il reggiseno. Sono questi gli scatti artistici di Marika Fruscio per il nuovo calendario 2014.
Gli scatti sono firmati Bruno Oliviero e celebrano la bellezza della donna. Una donna che ha voglia di apparire se stessa e che sa far sognare chi la guarda. Non un calendario qualunque quindi, non uno dei soliti calendari. «Marika mi ha sorpreso, ha saputo rappresentare in maniera seducente la vita di una donna single, adesso dovrà sorprendere e sedurre il pubblico», racconta a Tgcom24 Bruno Oliviero.

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG AIUTAMI A SOSTENERLO  SEMPLICEMENTE CLICCANDO UNO DI QUESTI LINK NON TI COSTERA’ NULLA GRAZIE.

http://adf.ly/TWlOJ

http://adf.ly/TvvOC

http://adf.ly/TvybA

http://adf.ly/WvPNB

Leggo


Go to Top