Martedì 14 Febbraio 2012 – 11:42

BULAWAYO – Un uomo accusato di aver stuprato una ragazza si è difeso in tribunale affermando, come alibi, di avere il pene troppo piccolo. E’ successo nello Zimbabwe, a Bulawayo: protagonista un 34enne, Joel Ndebele, accusato nell’agosto dello scorso anno di aver violentato la sua ex fidanzata. 
L’uomo, in carcere per altri reati dal dicembre del 2010 e scarcerato ad agosto, il 7 del mese andò a trovare la sua fidanzata, che nel frattempo aveva una relazione con un altro uomo. Ndebele le chiese di andare a casa sua per parlarne, ma davanti al rifiuto, aggredì sia il compagno che la donna, portando la stessa nel suo appartamento, dove secondo l’accusa la stuprò per due volte. All’indomani, la denuncia da parte della vittima, e il processo è in corso. E proprio durante il processo il 34enne ha stupito la giuria affermando di essere troppo poco “dotato” per poter avere un rapporto sessuale completo. Il pubblico ministero ha chiesto alla corte di far visitare l’imputato da alcuni medici per “verificare” che la versione sia esatta. Nel frattempo il presunto stupratore resta in carcere.

http://www.leggo.it

Be Sociable, Share!