Gisella Burinato che interpreta l'hostess Silvana Bava nella serie televisiva 'Piloti'

 

Mercoledì 01 Febbraio 2012 – 05:46
di Isabella Pascucci

ROMA – La Meridiana Fly si rimpingua ma le hostess devono dimagrire. Nel giorno in cui la compagnia sarda annuncia trionfalmente la propria ripresa, conseguente a un’azione di risanamento dei costi, esplode la protesta del personale navigante femminile, chiamato a cambiare look. Le divise, infatti, sono disponibili solo in due misure, la 40 e 42: taglie da modelle, in linea con le uniformi già in uso all’Air Italy. E non è bastata la linea fashion delle nuove divise, con gonne dal sexy spacco, a placare la rabbia delle assistenti di volo. 
La decisione, infatti, ha spinto le hostess a rivolgersi al principe Aga Khan, che controlla la società, e al presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, oltre ai vertici della compagnia stessa. A essere offesa, infatti, sarebbe la dignità femminile delle signorine dell’aria, con l’aggravante che l’età media del personale in servizio sugli aerei del gruppo è di 42 anni. Sotto accusa è la norma che esige «l’applicazione di normative sul controllo del peso e l’adozione dell’uniforme Air Italy per il Personale Navigante di Cabina», una norma inapplicabile, secondo le battagliere hostess, «per ragioni etiche, di rispetto del lavoratore, e fisiologiche».
C’è da chiedersi se la creatrice di questa mise, l’ex modella Cristina Ceolin moglie dell’Ad di Merdiana Fly, Giuseppe Gentile, non abbia pensato a se stessa ideandoli. Intanto le hostess della compagnia fanno sapere che non applicheranno «nessuna irrispettosa norma sulle taglie delle uniformi» e che «manterranno quelle attuali, la cui sobrietà e vestibilità sono caratteristiche precipue del ruolo ricoperto». 

L’INTERVISTA.
Gisella Burinato, interprete dell’hostess Silvana Bava in Piloti, il suo personaggio accetterebbe questa decisione?

«Quello che le si chiede bisogna dare, perché il lavoro e il volo per la Bava sono la vita e senza sarebbe morta. Si metterebbe tranquillamente a dieta e sarebbe disponibile anche a indossare la guepiere».
E Gisella Burinato che ne pensa?
«Stiamo andando verso la mancanza totale di rispetto nei confronti della donna, che non è un oggetto né un animale. Allora chiederei ai piloti di andare in perizoma invece di indossare comode giacche».
Si è ispirata alla femminilità delle vere hostess per la sua interpretazione?
«No, ho lavorato sul personaggio: la Bava è al di fuori dalla realtà, molto dura e aggressiva, nata in aereo e con il padre pilota. La sua femminilità è sempre negata; manifesta pensieri rigidi ed è anche un po’ rompiballe».
E invece a lei cosa piace delle hostess?
«La loro solarità che dà la sensazione di essere nel salotto della propria casa: sono delle grandi ospiti e non delle cameriere, e l’aereo è casa loro».

 

http://www.leggo.it/

Be Sociable, Share!